L’Uzbekistan, nuova “tigre” dell’Asia Centrale con Shavkat Mirziyoyev vola verso lo sviluppo - EURASIA NEWS


Video

Published on dicembre 3rd, 2021 | by Eurasia News

0

L’Uzbekistan, nuova “tigre” dell’Asia Centrale con Shavkat Mirziyoyev vola verso lo sviluppo

Il 24 ottobre si sono svolte in Uzbekistan le elezioni presidenziali, le settime nella storia del Paese, vinte dal presidente uscente Shavkat Mirziyoyev, che ha ottenuto l’80,12% dei voti. L’affluenza è stata dell’80,4%.

Pochi dubitavano della vittoria del politico, considerato esperto e brillante, sia all’interno del paese che all’estero.

Il suo successo è dovuto al fatto che attraverso le sue azioni ha dimostrato di essere un leader di talento, pragmatico e autorevole.
È al nome di Mirziyoyev che si associano i progressivi cambiamenti economici, sociali e politici del Paese.

Oggi l’Uzbekistan è uno dei pochi paesi al mondo con un’economia in forte sviluppo. Non è un caso che la repubblica sia stata recentemente chiamata nient’altro che la Nuova “Tigre” dell’Asia Centrale.

Il fenomeno della locomotiva delle “tigri azite”

Secondo alcuni scienziati politici, Shavkat Mirziyoyev in breve tempo è riuscito a intercettare molto elegantemente il testimone dai paesi del sud-est asiatico e a rivendicare una posizione da protagonista nella regione dell’Asia centrale.

Qual è il fenomeno della nuova locomotiva emergente delle “tigri asiatiche”?

Rivoluzione economica

Innanzitutto, dal 2016, l’Uzbekistan ha adottato misure senza precedenti per creare un clima economico favorevole e aumentare l’attrattiva degli investimenti, nonché misure per stimolare l’attività commerciale di piccole, medie e grandi imprese.

Questi includono la liberalizzazione del mercato dei cambi, la moderna politica monetaria, la vasta privatizzazione delle imprese statali e un clima favorevole per la creazione di joint venture.

Tutto questo trova una risposta positiva da parte degli investitori stranieri, che ogni anno sono pronti a investire sempre di più in Uzbekistan.

Secondo il portale reforms.uz, che fornisce informazioni sui risultati delle riforme nel 2017-2021, realizzate nell’ambito della strategia d’azione per cinque aree prioritarie dello sviluppo dell’Uzbekistan, nel 2017-2020, il commercio estero dell’Uzbekistan il fatturato è cresciuto di 1,4 volte, il tasso di inflazione è sceso dal 18,8% all’11,1%, le riserve in oro e valuta estera sono aumentate da 26,4 miliardi di dollari a 34,9 miliardi di dollari.

Grazie a ciò, negli ultimi anni, è stato possibile non solo aumentare significativamente l’afflusso di capitali esteri nel Paese, ma anche migliorare la propria posizione nella classifica internazionale della facilità di fare impresa.

Di conseguenza, il commercio con altri paesi continua a crescere, anche durante la pandemia di coronavirus. 

Secondo una recensione compilata da Finprom.kz, a partire dal 1 gennaio 2021, il più grande aumento degli investimenti esteri accumulati in Asia centrale è stato osservato in Uzbekistan, più il 29,8%.

Istruzione e medicina

Una svolta economica così significativa e l’elevata produttività del lavoro nel paese hanno garantito investimenti statali nell’istruzione.

Secondo gli esperti, l’Uzbekistan mostra il più alto tasso di spesa per l’istruzione non solo nella CSI, ma in tutto il mondo. Ed è equiparato in termini di investimenti nel settore educativo solo agli Stati Uniti.

A proposito, l’altro giorno il presidente dell’Uzbekistan ha annunciato un aumento della spesa per l’istruzione e la medicina nel 2022.
In generale, si prevede di stanziare circa 58 trilioni di somme (circa 5,45 miliardi di dollari) dal bilancio dello Stato per queste aree di importanza strategica.

Secondo il portale reforms.uz, nel 2017-2020, l’Uzbekistan ha stanziato 1,61 trilioni di somme per medicinali e prodotti medici (rispetto a 227 miliardi di somme nel 1991-2016).

Nel sistema di istruzione pubblica nel 2017-2020 sono apparse 328 nuove scuole ed è stata ripristinata la scuola dell’obbligo di 11 anni.

Come ha osservato Shavkat Mirziyoyev in una riunione sulle entrate fiscali e sui parametri di bilancio per il prossimo anno, “non abbiamo mai stanziato tali fondi per l’istruzione e la medicina prima”.

Costruzione di feste

L’avvento al potere di Mirziyoyev è stato segnato non solo da un miracolo economico, ma anche dalla liberalizzazione della vita politica nel paese.

Anche 10 anni fa era difficile pensare alle critiche al potere al potere.

Oggi il quadro è radicalmente cambiato: sono ammesse critiche moderate e costruttive alle autorità, non c’è pressione sui media e si prendono provvedimenti contro la violazione dei diritti di cittadini e imprenditori.

L’”architettura partitica” del Paese sta cambiando radicalmente. Considerando la pochissima esperienza di costruzione di partiti in Uzbekistan, principalmente associata al Partito Comunista dell’Unione Sovietica, oggi i partiti uzbeki hanno ricevuto una grande carta bianca per lo sviluppo della partecipazione alla vita politica del paese, e ciò che è importante – garanzie per la propria attività e la possibilità di esprimere proposte diverse dalla linea di governo nazionale.

Un esempio di ciò sono state le passate elezioni presidenziali nel paese, in cui si sono presentati leader rappresentati da diversi partiti e con opinioni diverse.

E come “ciliegina sulla torta” – quest’anno una donna si è candidata alla presidenza dell’Uzbekistan per la prima volta!
Questo mostra chiaramente l’attuazione dei diritti politici delle donne.

A proposito, attualmente la quota di donne – membri dei partiti politici del paese ha raggiunto il 44% e le donne in posizioni di comando – 27%.

Come ha osservato il capo della CEC (Comitato Elettorale Centrale)  Zainiddin Nizamkhodjaev: “Per la prima volta nella storia dell’Uzbekistan, il numero di donne nel parlamento nazionale ha raggiunto un livello corrispondente alle raccomandazioni stabilite dall’ONU”.

Modello di stato uzbeko”: da una strategia d’azione a una strategia di sviluppo

Sebbene egli sia abbastanza soddisfatto dei primi risultati, il neoeletto Presidente sembra cosciente di dover fare molto di più ed intende realizzare molti ulteriori progressi. L’altro giorno Sh. Mirziyoyev, nel suo discorso a una riunione congiunta delle camere alta e bassa del parlamento dell’Uzbekistan come nuovo presidente eletto del paese, alla cerimonia di inaugurazione, ha presentato la Strategia di Sviluppo del Nuovo Uzbekistan. Comprende lo sviluppo della società civile e dell’economia nazionale, l’attuazione di una politica sociale equa e il rafforzamento dello stato di diritto.

Shavkat Mirziyoyev ha parlato anche della necessità di una riforma costituzionale in Uzbekistan.
Secondo il capo dello stato, la Legge fondamentale del paese deve essere migliorata, ma per questo è necessario studiare l’esperienza mondiale.

Il capo del Paese ha annunciato, tra l’altro, l’intensificazione delle attività volte a combattere la corruzione e a tutelare i diritti umani.

Le aree prioritarie includono la medicina, l’istruzione, l’animazione socioeducativa e la protezione ambientale.

Il capo dell’Uzbekistan ha prestato grande attenzione all’efficace corso di politica estera. Vale la pena notare che solo negli ultimi due anni Sh. Mirziyoyev ha compiuto grandi sforzi per migliorare rapidamente le relazioni di buon vicinato con altri stati dell’Asia centrale.

E di conseguenza, un notevole miglioramento nella risoluzione dei problemi di frontiera e idrici con i vicini vicini: Kirghizistan e Tagikistan.

La priorità della leadership uzbeka è rafforzare ulteriormente i rapporti di partenariato reciprocamente vantaggioso anche con la comunità mondiale, in particolare con gli attori globali in campo geopolitico, per contribuire al ripristino della pace e della stabilità, per prevenire la crisi economica e umanitaria in Afghanistan, che è un vicino e parte integrante della regione. Tashkent intende ampliare le relazioni reciprocamente vantaggiose e multiformi con Russia, Cina, Stati Uniti, i paesi dell’Unione Europea, in particolare con l’Italia, nonché autorevoli organizzazioni internazionali.

Conclusioni

I fatti di cui sopra dimostrano solo una cosa: con il nuovo leader, l’Uzbekistan sta costruendo con fiducia solide basi per la prosperità del paese e sta accelerando verso l’attuazione di obiettivi chiaramente fissati.

E ha tutto il necessario per questo.

Elena Buldakova

 

Tags: ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Sunday 16 01
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter