Conflitti

Published on novembre 20th, 2021 | by Eurasia News

0

Maria Zakharova (portavoce Ministero Esteri Russia): tra Armenia e Azerbaigian agiamo come paese mediatore per la pace

Durante l’incontro con la stampa della portavoce del ministero degli Esteri Russo, Maria Zakharova, tenutosi a Mosca, lo scorso 17 novembre 2021, tra le tante domande dei giornalisti, ce ne sono state alcune riguardanti la posizione della Russia rispetto ai rapporti sempre tesi tra Armenia e Azerbaigian. Riportiamo qui di seguito, domande e le risposte della Zakharova:

Domanda: ho due domande. La prima domanda riguarda la posizione della Turchia, del ministro degli Esteri turco e del ministro della Difesa turco. Hanno già parlato con le loro controparti azere e hanno espresso il loro pieno sostegno alle azioni dell’Azerbaigian al confine con l’Armenia. Vorrei conoscere l’atteggiamento di Mosca nei confronti di questa retorica da parte della Turchia, e se le azioni aggressive dell’Azerbaigian nei confronti dell’Armenia, alleata della Russia, siano motivate dal fatto che la Turchia, alleata dell’Azerbaigian, li sostiene completamente e fornisce a Baku una carta bianca?

Maria Zakharova: Agiamo come paese mediatore e il nostro lavoro mira a raggiungere la pace regionale. Sappiamo che ogni paese ha i suoi interessi. Alcuni di questi interessi sono in contrasto con la nostra percezione della situazione in evoluzione, e altri coincidono con essa. In questo particolare evento, ci siamo resi conto che era necessario agire rapidamente, per evitare di aggravare la situazione e riprendere il suo sviluppo pacifico. Ci siamo soffermati su questo aspetto. Molto probabilmente, verrà condotta un’analisi, ma questa è una questione secondaria. Misure specifiche per stabilizzare la situazione sono di primaria importanza. Questo è ciò che stanno facendo, in primo luogo, le nostre agenzie specializzate e, in primo luogo, il Presidente della Russia, Vladimir Putin.

Domanda: La mia seconda domanda riguarda i recenti incidenti ad Artsakh, o Nagorno-Karabakh. L’8 novembre, un membro del servizio azero ha usato una pistola per sparare a un gruppo di civili che stavano riparando un condotto dell’acqua. Una persona è stata uccisa e altre tre ferite. L’assenza di una risposta coerente all’omicidio di un conducente di un trattore il 9 ottobre ha portato a una nuova tragedia e gli stessi residenti del Nagorno-Karabakh sono desiderosi di chiedere conto al personale di servizio azero. Sarebbe interessante sapere come la Russia e le forze di pace russe stanno pianificando di sostenere il regime di cessate il fuoco e di proteggere la popolazione civile del Nagorno-Karabakh, senza portare a rispondere i colpevoli di aver ucciso civili pacifici?

Maria Zakharova: La tua domanda è legata all’attività pratica della forza di mantenimento della pace e i suoi rappresentanti possono fornirti il ​​loro commento. Stiamo lavorando con ogni paese specifico tramite canali bilaterali e in tali incontri collettivi, per così dire. Esortiamo le parti a esercitare moderazione ea prevenire questi sviluppi pericolosi. Diamo le nostre valutazioni che non sono sempre pubbliche. Molte dichiarazioni sono indirizzate direttamente alle parti. Procediamo da ciò che si rivelerà più efficace in ogni situazione particolare.

RED

Tags: , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Tuesday 30 11
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter