Tennis

Published on maggio 17th, 2021 | by Eurasia News

0

Internazionali BNL d’Italia: Iga Swiatek trionfa nell’edizione numero 78 ed entra in top ten

Roma – Una veterana ex numero uno del mondo alla trentesima finale nel circuito e la giovane detentrice del Roland Garros: è anche uno scontro generazionale la finale dell’edizione numero 78 degli Internazionali BNL d’Italia che vede contrapporsi Karolina Pliskova (classe 1992, numero 9 del ranking) ed Iga Swiatek (classe 2001, numero 15 della classifica WTA). Dopo aver rimontato Jelena Ostapenko (4-6, 7-5, 7-6) nei quarti, Pliskova ha dovuto superare la croata Petra Martic (6-1, 3-6, 6-2) per regalarsi la terza finale consecutiva al Foro Italico, dopo il trionfo del 2019 (6-3, 6-4 sulla britannica Joanna Konta) ed il ritiro nella passata edizione contro Simona Halep. Il maltempo abbattutosi sulla Capitale venerdì, ha costretto invece Swiatek ad un sabato di straordinari, che ha visto la giovane nativa di Varsavia (prima tennista polacca nella storia a raggiungere la finale a Roma) a giocarsi nello stesso giorno sia il quarto di finale contro la due volte regina di Roma Elina Svitolina (6-2, 7-5), che la semifinale con la giovane promessa statunitense Cori Gauff (4-6, 6-3).

Primo set. Pliskova vince il sorteggio e sceglie di ricevere. Parte bene Swiatek che tiene il servizio a zero chiudendo il game con una smorzata che la ceca non riesce a difendere. Doppio fallo di Karolina e prima palla break del match (30-40): la tennista di Varsavia aggredisce in risposta e la ceca va fuori giri con il dritto: 2 a 0 in avvio per la polacca. Swiatek conferma il break tenendo ancora la battuta a zero (3 a 0). Fluida nei movimenti, abile a far muovere la ceca da una parte all’altra del campo, precisa nelle traiettorie e profonda nei colpi, la polacca gioca con impressionante facilità, dominando lo scambio incontrastata. Dal canto suo, una Pliskova sempre più in difficoltà psicologica non trova l’aiuto neanche del suo consueto, principale alleato: il servizio. Un doppio fallo di Karolina regala tre break point (0-40) consecutivi ad Iga: alla seconda opportunità Swiatek chiude con il dritto incrociato e vola sul 4 a 0 dopo appena 13 minuti. Nel quinto game la polacca tiene ancora il servizio a zero, non concedendo all’avversaria neanche un punto in risposta nell’intero set. Nel sesto gioco, Iga conquista tre set point consecutivi grazie ad uno spettacolare rovescio in lungo linea (0-40): Pliskova si salva una volta, poi si arrende al passante di Swiatek che chiude il parziale sul 6 a 0 (con 24 punti vinti sui 28 complessivamente giocati).

Secondo set. Ci si aspetta la reazione della ceca, ma a disegnare tennis sul Centrale del Foro Italico è sempre la tennista di Varsavia, che dopo aver tenuto ancora la battuta a zero si conquista subito un break di vantaggio: Pliskova ci mette del suo spedendo un rovescio in rete (15-40) e commettendo un fatale doppio fallo. Sotto di un set e di un break, Karolina tenta una disperata reazione: si procura due opportunità consecutive per strappare il servizio a Swiatek (15-40) che però, nell’unico momento di difficoltà del match, è lucida nel respingere l’assalto dell’esperta avversaria con quattro punti consecutivi (l’ultimo dei quali un’ottima prima al centro): 3 a 0 quando sono trascorsi appena 10 minuti dall’inizio del secondo set. Una Pliskova mai in partita esce definitivamente dal campo (senza esserci mai entrata davvero) consegnandosi all’assolo della ispiratissima rivale: un doppio fallo e due errori condannano la ceca all’ennesimo break subito: 4 a 0 Swiatek. Dal canto suo, Iga non si lascia distrarre dal punteggio, tenendo sempre alta la concentrazione e continuando ad esibire tutta la varietà del suo tennis: deliziosa palla corta (30-0) ed ace al centro per il 5 a 0. Pliskova serve per evitare l’umiliazione totale ma non riesce nell’intento: Swiatek conquista il match point con un dritto incrociato dal centro del campo, mentre l’ennesimo errore della ceca chiude il match sul 6-0, 6-0 in appena 46 minuti di partita.

Dopo il trionfo di Parigi dello scorso ottobre (6-4, 6-1 a Sofia Kenin) e quello di Adelaide (6-2, 6-2 a Belinda Bencic) in febbraio, il titolo conquistato a Roma è il terzo che va ad impreziosire la bacheca della giovanissma polacca: un successo dal sapore ancor più dolce, perchè lancia Swiatek per la prima volta in carriera tra le prime dieci al mondo. Il regalo più bello, per il ventesimo compleanno che festeggerà il prossimo 31 maggio, la talentuosa Iga se l’è fatto da sola.

Stefano Tardi

Tags: , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Thursday 28 10
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter