Solidarietà

Published on dicembre 11th, 2017 | by Eurasia News

0

AASIB: LA SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALE DALL’EUROPA ALL’ESTREMO ORIENTE

Rovereto (TN) – Quando nel così definito “mondo occidentale” si parla di solidarietà AASIB SOLIDARIETA' INTERNAZIONALE (3)internazionale, solitamente, le associazioni ed i progetti che se ne occupano si rivolgono soprattutto a paesi africani o comunque verso i cosiddetti “paesi del sud del mondo”. Potrebbe, quindi, risultare strano che una associazione italiana operi, in questo ambito, nella Federazione Russa, un paese moderno seppur con le sue contraddizioni dovute alla vastità del suo territorio che spazia geograficamente dall’Europa all’Estremo Oriente. Anche la Russia, però, come tutti gli altri paesi del mondo, presenta degli strati di popolazione bisognosi AASIB SOLIDARIETA' INTERNAZIONALE (2)di aiuto e sostegno economico come quello degli incolpevoli bambini, i più indifesi e vittime spesso inconsapevoli di situazioni drammatiche. Bambini orfani, invalidi, vittime di violenze familiari, di atti terroristici, di guerre non mancano ed è per questo che da Rovereto (TN) opera ed è costantemente attiva l’associazione Aiutateci A Salvare I Bambini Onlus (AASIB.org). L’associazione nasce su iniziativa del suo fondatore ed attuale presidente Ennio Bordato, nel 2001 con lo scopo di sostenere e rendere possibili le cure a bambini particolarmente bisognosi della Federazione Russa. AASIB opera sin dall’inizio in 1CITTA' DEGLI ANGELIcollaborazione con la clinica pediatrica RDKB di Mosca. La fase più importante e per molti aspetti anche più difficile è quella della ricerca dei fondi economici che servono, di volta in volta, a pagare le ingenti spese mediche, trattandosi spesso di lunghi e complessi interventi in sala operatoria. La solidarietà dei privati ed a volte anche di istituzioni ed altre associazioni non manca ma sono i casi di bambini in difficoltà che purtroppo sono sempre più numerosi anche per via dei nuovi fronti di guerra che si sono aperti in Donbass al confine con la LA CLINICA RDKBRussia. Proprio uno degli ultimi progetti dell’Associazione è quello relativo all’aiuto ai bambini di Gorlovka, una cittadina situata proprio sulla linea del fronte. Da Gorlovka arriva anche Anna Tuv, la giovane donna che ha visto morire sotto i bombardamenti il marito e la figlioletta di 11 anni ed ha subito lei stessa l’amputazione del braccio sinistro. Proprio grazie al fattivo contributo di AASIB, su di Anna è stata impiantata da qualche mese una protesi che le permette una certa mobilità. La protesi è opera del centro INAIL di Budrio nelle adiacenze di Bologna, uno dei più rinomati in ambito di mioelettrica. Quindi non solo collaborazioni con istituti PALESTRA1russi ma AASIB cerca il supporto anche da altri centri italiani. Come l’Università di Padova partner di AASIB per quello che forse è stato, sino ad ora, il suo più grande progetto: il supporto ai bambini vittime della tragedia di Beslan. Tra il 1 ed il 3 settembre 2004 a Beslan accade una delle più grosse tragedie del nostro tempo. Circa 1200 persone, la maggior parte bambini al primo giorno del nuovo anno scolastico, viene tenuto in ostaggio e più di 300 tra questi resterà poi ucciso nella palestra della scuola. CITTA' DEGLI ANGELIAASIB fa subito partire un progetto in cinque fasi a sostegno dei bambini superstiti e delle rispettive famiglie riuscendo a portare in Italia 33 di questi bambini per un periodo di vacanza e cure psicologiche. Un progetto, nell’ insieme dei suoi vari punti, di lunga durata e complesso ma che AASIB ha portato ufficialmente a compimento senza comunque abbandonare la gente di Beslan per la quale continua ad operare. AASIB ha aiutato anche i bambini vittime nel 2008 della tragica guerra in Ossezia del Sud fornendo concreti aiuti direttamente sul campo. Ma AASIB non supporta solo bambini in difficoltà in seguito a guerre come dimostrano i vari progetti attivati ad Arkhangelsk, Volgograd e nella lontana Buriazia. E poi mostre fotografiche, concerti e feste per bambini, collaborazioni con altre realtà mediche in ambito di diagnosi, cure palliative, scambio di conoscenze sanitarie sono tra le attività che l’associazione porta continuamente avanti.

Certamente le emergenze non mancano mai, come l’ultima per Matvej affetto da una rara patologia LOGO AASIBuditiva e che è la nuova sfida di Aiutateci A Salvare I Bambini Onlus, far portare da Babbo Natale un sacco con i contributi necessari per coprire la difficile operazione che dovrà subire prima che il tempo renda la sua malformazione irreversibile.

LUCA PINGITORE

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Saturday 07 12
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter