Marocco

Published on agosto 23rd, 2017 | by Eurasia News

0

I MILLE VOLTI DI MARRAKECH

La Medina di Marrakech è un’accozzaglia di case basse e negozi che si avvicendano senza nessun rigore urbanistico. Hanno tutte le stesse caratteristiche che non mi permettono di prendere unAtlas Mountains - Marocco punto di riferimento per orientarmi nel labirintico centro storico. Dai portoni fuoriescono vivaci bambini che vestiti con le maglie dei loro eroi della domenica donano quel tocco di velata malinconia alle sudice strade che si avvicendano durante il mio tragitto. Un ragazzo intontito dall’estenuante caldo e con gli occhi cerchiati di rosso chissà da quale strana esperienza, mi viene incontro gentilmente dirigendomi presso il mio hotel. L’educazione di questo tormentato popolo è singolare e non viene mai meno nonostante la durezza imposta dalle alte temperatura e da una povertà dilagante che mi tiene triste per buona parte della mia permanenza.

Fortunatamente l’albergo Riad Chams che mi ospita non ha nulla a che vedere con il contesto esterno. E’ una tipica casa a corte marocchina con El Moukefpatio centrale riccamente decorata con al centro piantumazioni e meravigliosi bovindi in legno che mi fanno entrare nel vivo delle ricche tradizioni nord-africane. Il mio soggiorno è impreziosito dal suo meraviglioso staff da cui sono trattato con estrema cordialità e con il quale fin dall’inizio ho instaurato un rapporto fraterno cementato dal thè alla menta che diverrà il nostro rituale durante le amabili conversazioni che si terranno sul tetto dello stabile.

Capisco immediatamente che la “Primavera Araba”, la rivoluzione che doveva cambiare per sempre l’assetto sociale dei paesi del bacino del Marrakesh-Tensift-El Haouz 2Mediterraneo, in Marocco non è stata così brutale come nei paesi limitrofi, grazie alle concessioni elargite dal sovrano Mhuammad IV e la situazione economica sembra migliorare anche se la strada da percorre è tutta in salita.

Arrivato alla moschea della Kutubiyya, Marrakech cambia volto, il suo imponente minareto costruito con un’elegante ed insolita facciata in mattoni rossi, data la sua mole diventa il mio punto focale. I fedeli vengono raccolti in preghiera ed un’onda umana dalla spaziosa vicina piazza Jamaa El Fna confluisce nell’enorme slargo sottostante esso. Aspetto che cali sera, la città diventa un vortice vitale di energia, i fumosi bar si riempiono di turisti che mentre gustano le prelibatezze locali si godono gli spettacoli più svariati.

Marrakech 2La città è molto piacevole ma fin troppo turistica e decido di assaporare a pieno il vero Marocco dirigendomi verso i Monti Atlas, dove potrò confondermi con le popolazioni berbere che hanno ancora in seno la spiritualità dei figli del deserto.

Il mio autista, un uomo di mezza età dalle allegre movenze è una persona di “vita” e dalle sue forti esperienze si è costruito un decalogo che ci tiene ad elencare.  La sua energia e la sua visione della vita sono molto contagiose ed educatamente si ferma ogni qualvolta desidero scattare delle foto. Parla gesticolando animosamente e mi porta tra le nuove e moderne urbanizzazioni che contorniate da ampi campi da golf sono “preda” dei tanti ricchi investitori stranieri. Non ama la politica, sottolinea e tende a precisare che la crisi morale ed economica incombente che sta distruggendo il mondo è dovuta a tutti gli estremismi religiosi e non. E’ così sicuro delle sue idee che mi spiega con fermezza il suo credo dandomi nozioni rudimentali della storia e delle geografia locale.

Arrivo ai Monti Atlas e chiedo se possa fermarsi per farmi vivere il paese berbero posto al di sotto della catena montuosa. Un simpatico ragazzo mi viene Marrakesh-Tensift-El Haouz 2incontro e comincia la sua spiegazione disegnando buffi cerchi concentrici in aria, come se volesse realizzare una cartina. Il nostro tragitto, capisco, cela gravi pericoli, dovuti a causa degli strapiombi e mi chiede se sono abbastanza forte di cuore.

Cammina come un satiro sopra i tanti piccoli dossi, evitando i ruscelli d’acqua che si vengono a formare durante il lungo inverno. Arriviamo vicino ad una cascata dove molte persone delle città adiacenti vengono a ritemprarsi dalla calura. Bambini nuotano mentre le loro madri sono stese su stuoie sottostante capanne di paglia. Scatto foto, ma vengo redarguito da una attempata donna che sta cucinando del pane su di una cucina di fortuna. La Atlas Mountains2cascata mi ritempra dall’afa, nessuno sembra accorgersi della mia presenza fin quando non metto un piede in fallo facendo sorridere i genitori di una bimba che precedentemente ha avuto la mia stessa sorte.

Nonostante il cammino sia faticoso non soffro la camminata e tengo bene il passo della mia guida, che si ferma davanti ad uno spettacolo unico. Montagne giganteggiano sulle cittadine sottostanti che sembrano scomparire nello spazio senza fine e sono così concentrato su questo idillio che non sento nemmeno il forte rumore del vento e solo il lieve tocco di un autoctono mi riporta alla realtà. Mi offre dell’acqua per spegnere la cocente arsura e mi ospita dentro una tenda berbera regalandomi un amuleto contro la malasorte.Koutoubia Mosque

La pista termina dopo qualche ora e riprendo la via del ritorno non prima di aver acquistato della frutta, comprata a ragazzini seduti sul bordo della strada. Si dividono tra il lavoro nei campi ed i loro giochi adolescenziali, Il sapore è insolito per il mio palato avvezzo oramai ai nostri pesticidi e per questo decido di acquistarne dell’altra da portare con me in Italia.

La mia vita si arricchisce con la visita nella splendida Marrakech, ma soprattutto con nuove amicizie che nel profondo, se pur distanti dalla mia realtà, hanno la stessa rabbia, la stessa sete di libertà che alberga nella mia generazione alle prese con un riscatto sociale che difficilmente avverrà dentro i confini della nostra nazione.

Marco Iaconetti

Tags: , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Friday 17 01
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter