Assicurazioni

Published on gennaio 16th, 2019 | by Eurasia News

0

CONTENZIOSO E FRODI ASSICURATIVE: 250MILA LE CAUSE PENDENTI IN ITALIA

Napoli – “L’ultimo bollettino statistico Ivass sul contenzioso rcauto e natanti pubblicato nell’aprile 2018 evidenzia che al 31 dicembre 2016 sono circa 250mila le cause pendenti in ambito assicurativo per un importo a riserva pari a 6,85 miliardi di euro, con un peso del 35% della riserva sinistri complessiva dei rami Rc auto, che penalizzano certamente assicurati e danneggiati, e dimostrano la significativa conflittualità che persiste nel settore dell’assicurazione obbligatoria rcauto”.

É il grido d’allarme lanciato da Antonio Coviello, studioso del fenomeno delle frodi assicurative, professore di Marketing Assicurativo nell’Università Suor Orsola Beninacsa di Napoli e ricercatore dell’Iriss-Cnr.

Coviello, insieme con altri esperti, è tra i relatori del convegno Contenzioso e frodi assicurative”, organizzato dall’Ordine degli Avvocati, il 15 gennaio scorso, nel Palazzo di Giustizia partenopeo. Al convegno vi hanno partecipato, tra gli altri, Carmine D’Antonio dell’Ivass, Umberto Guidoni dell’Ania, Alfredo Vespaziani e Fabiola Cipolloni della Consap e Giuseppe Cimmarotta della Dda di Napoli.

Il numero complessivo delle cause civili pendenti nel settore assicurativo alla fine del 2016 risulta pari a 244.914, oltre quelle penali che sono 2.424. Ma tali dati non comprendono le cause pendenti riguardanti i sinistri delle compagnie poste in liquidazione coatta amministrativa, i sinistri gestiti dal Fondo di garanzia vittime della strada e il contenzioso penale relativo all’attività antifrode, che sono elevatissime” ha avvertito Coviello nel suo intervento.

Nonostante il calo in valore assoluto, la frequenza del numero delle cause sui sinistri a riserva è in progressivo aumento – ha poi precisato l’esperto – passando dal 18,2% del 2010 al 21,4% del 2016. Il numero dei sinistri riservati in causa sui sinistri denunciati nell’esercizio si attesta nel 2016 al 9,8%, una percentuale molto elevata rispetto agli esercizi precedenti (6,5% in media nel periodo 2007-2009)”. “Controversie concernenti la liquidazione dei sinistri, l’attribuzione della responsabilità, la quantificazione del danno, ovvero rifiuti da parte delle imprese a concedere l’accesso agli atti del fascicolo del sinistro trattato, sono tra i tanti problemi irrisolti nel complicato ramo, che necessita di un cambio di passo” ha proseguito il docente. “La eccessiva durata dei processi, inoltre, determina da un lato forti disagi per i danneggiati e, dall’altro, una lievitazione dei costi. Si registrano a Napoli inoltre i record nazionali di livello dei premi e frodi assicurative. Questi risultano essere i nodi di una complicata vicenda economica che ormai ha raggiunto livelli insostenibili e che si riflette necessariamente e negativamente sui consumatori-assicurati onesti” ha infine concluso Coviello.

RED

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Saturday 19 10
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter