Siria

Published on gennaio 22nd, 2017 | by Eurasia News

0

ACCORDO TRA SIRIA E RUSSIA PER LA BASE DI TARTUS

MOSCARussia e Siria hanno firmato un accordo per l’ampliamento del territorio della base navale di Tartus, città siriana sul Mediterraneo, e il suo utilizzo a titolo gratuito da parteLa base russa di Tarsus in Siria - photo Seven Network delle forze armate russe per 49 anni. L’intesa – riporta “Ria Novosti” – si rinnova automaticamente per altri 25 anni se una delle due parti non avvisa l’altra con almeno un anno di anticipo. Il documento è datato 18 gennaio 2017. Secondo l’accordo, la base potrà ospitare fino a 11 navi russe alla volta, incluse quelle nucleari e sarà protetta dal cielo e dal mare da armi russe, mentre la Siria garantirà la protezione da terra.

La struttura navale di Tartus, ultimo avamposto russo nella Regione dopo il crollo dell’Unione Sovietica, entro due anni sarà in grado di ospitare le principali unità navali della Marina, compresi i sottomarini a propulsione nucleare. I documenti, firmati mercoledì scorso, sono stati resi Putin visita la base-navale-permanente-di Tartus in Siriapubblici poche ore fa. Entrambe le camere del parlamento russo hanno confermato la loro disponibilità ad esaminare l’accordo il più presto possibile. Lo scorso ottobre, il Ministero della Difesa russo ha rivelato i piani per stabilire una base navale permanente nel porto siriano della città occidentale di Tartus. L’avamposto ha mantenuto una piccola struttura di manutenzione e supporto navale fin dal 1977. Dopo i lavori di adeguamento, la base di Tartus sarà in grado di ospitare la portaerei Admiral Kuznetsov, i principali vettori da battaglia della Marina come le unità classe Kirov ed i sottomarini classe Yasen, forse anche i Borei. L’espansione di Tartus consentirà a Mosca di potenziare la task force navale permanente nel Mediterraneo, attivata nel dicembre del 2012, ed estendere la sua presenza nella regione. Siria - Mediterraneo

Con questo accordo l’attuale centro logistico di Tartus, entro due anni, guadagnerà lo status di base navale. Nel nuovo documento si sottolinea la natura difensiva dell’accordo. Mosca potrà schierare avamposti mobili temporanei oltre il perimetro della base, se precedentemente coordinati con la parte siriana. La Russia avrà il diritto di demolire, ricostruire e configurare tutti gli edifici della base di Tartus, comprese le piattaforme subacquee off-shore. La Russia si impegnerà ad inviare in Siria, qualora venissero richiesti, degli specialisti per contribuire a riattivare le navi da guerra di Damasco. Mosca coordinerà tutte le Grazie RUSSIA by SIRIAoperazioni di ricerca e soccorso nelle acque siriane. La Siria non potrà procedere legalmente contro le attività militari della base e si impegna anche a risolvere eventuali conflitti che potrebbero sorgere con una terza parte.

L’accordo con Damasco per Tartus, segue quello avvenuto per Hmeimim. Lo scorso 15 ottobre 2016 infatti, Vladimir Putin ha firmato la legge federale sulla ratifica dell’accordo tra la Federazione Russa e la Repubblica araba siriana. In base a tali accordi, la base aerea di Hmeimim, nella provincia di Latakia, in Siria, è stata ceduta alla Russia a tempo indeterminato e su base pro bono. L’accordo era stato firmato a Damasco il 26 agosto scorso.

 

RED

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Monday 22 07
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter