DALL'ITALIA PER LA RUSSIA: UNA POESIA PER LE VITTIME DELL'AEREO CADUTO A SOCHI - EURASIA NEWS


Russia

Published on dicembre 27th, 2016 | by Eurasia News

2

DALL’ITALIA PER LA RUSSIA: UNA POESIA PER LE VITTIME DELL’AEREO CADUTO A SOCHI

L’aereo russo Tu-154 che si è schiantato al largo della costa del Mar Nero vicino a Sochi nelle prime ore del 25 dicembre, ha lasciato sgomento il mondo intero. In quell’aereo tra i 92 photo-dmitry-petrochenko-tasspasseggeri , tutti morti, oltre a 8 membri dell’equipaggio, vi era il direttore del fondo di beneficenza Spravedlivaya Pomoshch (Fair Aid), Elizaveta Glinka (conosciuto come il Dr. Liza) e 64 membri della famosa orchestra Alexandrov, coro ufficiale delle Forze armate russe ( con anche il direttore del coro Valery Khalilov), militari e giornalisti, anche dei canali nazionali Canale Uno, Zvezda e NTV.  Il velivolo avrebbe dovuto raggiungere la base aerea di Hmeymim in Siria. Il coro Alexandrov avrebbe dovuto partecipare ai festeggiamenti per il primo dell’anno con i militari dell’aviazione di stanza in territorio siriano.

Tanti sono stati i messaggi di solidarietà e di cordoglio giunti alla nostra redazione da tutto il mondo, tra questi ci ha colpito questa poesia dall’Italia che pubblichiamo qui di seguito e dedicata agli artisti del coro della amatissima “Armata Rossa“:

 

 Chi è? (*)il-direttore-del-coro-dellarmata-rossa

Chi è che combattendo può cantare?

Non certo i terroristi

che urlano, a comando, i loro slogan.

Chi è che sa e che canta, unito in coro?

Gli artisti, certo,

ma fra i non professionisti?

I popoli, ed i veri partigiani.People pay tribute to passengers and crew members of Russian military Tu-154 plane crashed into the Black Sea, near a makeshift memorial outside the headquarters of the Alexandrov Ensemble, also known as the Red Army Choir, in Moscow, Russia December 25, 2016.  REUTERS/Sergei Karpukhin

Un Io che è Noi e che sgorga dalla terra,

che i cuori fa vibrare e sale al cielo.

 

Un coro grande, amato in tutto il mondo

da ieri non è più. E siamo in lutto.

Fratelli russi, uniti, combattendo,

salvaste voi e l’Europa dal nazismo.bambini-che-depongono-fiori-per-le-vittime-dellaereo-di-sochi
Lo sapevamo tutti: ora è tabù.
Ci vogliono dividere.
Falliranno: non posson, contro il canto

contro i cuori

contro il senso della patria e dell’onore

non posson proprio nulla. Falliranno.

 

Vi dico il mio dolore.per-laereo-caduto-a-sochi

Chi vi ha ascoltati non vi può scordare.

Chi ama la vita e l’arte vi è fratello.

Il Coro Alexandrov vive nei cuori

di chi a diventar bestia non si piega.

Un mondo che è di pace è da rifare

e c’è perciò da credere, e cantarefiori-per-laereo-caduto-a-sochi
e certamente battersi: ciò è stato

già settant’anni fa. E’ tempo ancora.
Voi non diserterete,
come ogni uomo onesto. E prevarremo.
Vi canto questo e già va via il magone:
Sì! We shall overcome! -Vola, canzone!

 

 

* Alla memoria degli artisti del Coro Alexandrov e del Corpo di ballo,alexandrov-ensemble

a tutti i morti nella sciagura,  al Popolo russo e ai suoi rappresentanti.

 

Gualtiero Via, insegnante

Tags: , , , , , , , , ,


About the Author



2 Responses to DALL’ITALIA PER LA RUSSIA: UNA POESIA PER LE VITTIME DELL’AEREO CADUTO A SOCHI

  1. Alla says:

    Grazie di cuore da tutto il popolo russo!

  2. silvianoEa says:

    Congratulazioni, meravigliosa idea e il periodo di tempo
    [url=http://sushenkovnfq5.tumblr.com/]silvianoEa[/url]

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Sunday 20 10
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Advertising

      google.com, pub-9629452359593214, DIRECT, f08c47fec0942fa0
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter