Cultura

Published on settembre 15th, 2016 | by Redazione

0

“LE NUOVE RETI EURASIATICHE”: IL FUTURO LUNGO LA VIA DELLA SETA IN UN LIBRO

Il Sogno di Marco Polo” è un progetto che muove dall’idea di rivisitare le relazioni politiche, diplomatiche ed economiche fra l’Italia e i Paesi che si estendono dal Mediterraneo sino al le-nuove-reti-eurasiatichecuore dell’Asia Centrale, lungo quel percorso – l’antica Via della Seta – che fu teatro dei viaggi del mercante e scrittore veneziano.

Questo libroLe nuove reti Eurasiatiche“, edito da “Il Nodo di Gordio” con la consulenza del Centro Studi “Vox Populi“, è appunto il secondo volume del progetto “Il Sogno di Marco Polo” – realizzato con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale – e mira ad evidenziare e ad analizzare i numerosi intrecci e le nuove frontiere di collaborazione tra regioni e popoli che il mercante veneziano ci ha così doviziosamente raccontato nel suo “Milione”. Magari ripercorrendo anche i passi del suo ritorno, poiché la Via della Seta 2.0 potrebbe essere osservata, in questo primo scorcio del Terzo Millennio, partendo da Pechino e non più da Venezia.

marco-poloUn’analisi delle prospettive future che si aprono per l’Italia con lo sguardo rivolto, in primo luogo, al lavoro della nostra diplomazia e ai suoi orizzonti futuri; e poi con una particolare attenzione anche alla conoscenza culturale come strumento della politica e dell’economia. Ricordiamo infatti come ad esempio il “Goethe Institut” per la Germania e il “Cervantes” per la Spagna rappresentino punti di forza per la politica internazionale di quei paesi e strumenti che favoriscono indirettamente le relazioni commerciali. Strumenti operativi di questo tipo sarebbero particolarmente utili nelle mani dei nostri diplomatici.le-carte-a-colori-di-limes-8-14-cina-russia-germania-unite-da-obama

Lo stile italiano, dunque, può accompagnare la tecnologia sulla Via della Seta, anche come valore aggiunto all’offerta nazionale e al suo ruolo nel Mediterraneo, in Medio Oriente e nel mondo turcofono, sino alle regioni del Caucaso e dell’Asia Centrale. Un’offerta che si estende alla sicurezza delle vie di comunicazione e di rifornimento energetico. Dopo un primo volume dedicato alle opportunità legate all’attività diplomatica e ai rapporti internazionali dell’Italia con i Paesi attraversati dalla Via della Seta, questo secondo le-immense-dune-del-deserto-di-taklimakan-nella-regione-dello-xinjang-allestremo-ovest-della-cina-photo-michael-yanashitalibro completa il progetto “Il Sogno di Marco Polo” con lo studio delle nuove “reti di comunicazione”: reti di gasdotti e oleodotti, vitali per la nostra economia, reti informatiche e di comunicazione e reti di trasporto, stradali e ferroviarie, reti che permettono la collaborazione in ambito accademico e nel settore spaziale.daniele-lazzeri-esperto-di-studi-geopolitici-e-scenari-internazionali

Daniele Lazzeri, curatore del libro, lavora da 20 anni nel settore dell’analisi e della consulenza in materia finanziaria. Giornalista pubblicista, è chairman del think tank di studi geopolitici e di economia internazionale Il Nodo di Gordio e Direttore responsabile dell’omonima rivista quadrimestrale, logo-nododigordiodove si occupa dell’analisi economico-finanziaria globale. Suoi saggi sugli impatti geopolitici delle nuove reti di pipeline (gasdotti e oleodotti) sono apparsi su quotidiani e riviste in Francia, Russia, Azerbaijan, Turchia e Kazakhstan. Sue interviste televisive sono state trasmesse da emittenti nazionali in Italia, Russia, Libano e Kazakhstan.

RED

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Translator

  • Eurasia News TV

  • Official Facebook page

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
  • 
      • Mosca
      • Roma
      • Baku
        • Thursday 18 07
        • ??°
        • icon
          • Min°
          • Max°
    Geolocation...
    weather press loader
    • Recent Posts

    • Archivi

    • Newsletter

      Subscribe to our newsletter